Che cos’è la Danza?

Come si è sviluppato a danza nella storia?

Quali sono i vantaggi dello studio della Danza?

Come iniziare a studiare Danza?

Sono un adulto. Posso iniziare a studiare Danza?

Come ci si veste per studiare Danza?

Perché non si usa la maglia sotto il body?

Vorrei sapere di più sulle punte...

Vorrei migliorare l'apertura en dehors, come posso fare?

Avete altre domande? Contattateci!


Che cos’è la Danza?

Gli esseri umani si esprimono naturalmente attraverso il movimento. La Danza è la trasformazione di ordinari movimenti funzionali e espressivi in movimenti straordinari per scopi straordinari. La danza va oltre gli scopi funzionali dei movimenti usati nel lavoro o nello sport, per esprimere emozioni, stati d’animo, o idee; raccontare una storia; o semplicemente creare un’esperienza che sia piacevole, eccitante, esteticamente valida.

Movimenti del corpo umano in disegni ritmici sono stati usati per dare espressione a esperienze di vita prima dell’uso di sostanze materiali o della parola scritta. Esistono due principali tipi di danza: danze di partecipazione, che non richiedono un pubblico, e danze di presentazione, che sono create per un pubblico di spettatori. La nostra associazione si concentra sul secondo tipo di danza, considerata una delle maggiori forme di arte.

La danza classica occidentale è pure la più antica disciplina dedicata alla flessibilità, l'espressività e la bellezza del corpo umano.

Tornare alle domande



Quali sono i vantaggi dello studio della Danza?

Ci sono molti vantaggi offerti dallo studio della danza:

Tornare alle domande



Come iniziare a studiare Danza?

Prima di tutto crediamo che tutti i bambini meritano di avere la possibilità di studiare danza in una scuola professionale e riconosciuta che gli permette, se lo desiderano e se hanno le qualità necessarie, di poter anche scegliere la carriera del danzatore. Questo significa che i bambini devono iniziare dalle basi. Manderesti un bambino in prima elementare dicendo alla maestra, "Mi raccomando, insegnagli a scrivere come Calvino perché non sopporta Leopardi"? Molti genitori di bambini di quattro o cinque anni arrivano alla scuola di danza dicendo: il mio bambino non sopporta la danza classica.

Con un insegnamento disattento la possibilità di poter scegliere di fare danza viene spesso precluso, inoltre un insegnamento che prende troppo alla leggera l’impegno mentale richiesto crea, nell’allievo, un’attegiamento che difficilmente potrà cambiare qualora decidesse di studiare seriamente in seguito.

Sottolineiamo che la danza è danza, nonostante che esistano molti stili antichi e moderni, alcuni aspetti fondamentali rimangono sempre validi; i nostri programmi non sono strettamente legati ad un unico stile di danza nei primi sette anni di studio. Invece mirano ad una base di movimento in stili diversi, oltre all’apprezzamento e comprensione della musica.

Tornare alle domande



Sono un adulto. Posso iniziare a studiare Danza?

La danza è un attività adatta a tutte le età, purché si tenga conto della forma fisica e dell’allenamento dell’individuo. E’ utile per elasticizzare il corpo e può allentare i dolori dell’artrite quando si impara ad usare i muscoli per allontanare le articolazioni.

Chi inizia da adulto difficilmente può raggiungere gli stessi risultati di chi ha iniziato da bambino, ma può trovare tante soddisfazioni nei propri progressi e nel benessere fisico e mentale che ne deriva.

Chi inizia, invece, da adolescente può, con molto impegno e costanza, recuperare il tempo perduto.

Tornare alle domande



Come ci si veste per studiare Danza?

Di solito l’allievo di danza si deve vestire con un abbigliamento che permette all’insegnante di vedere più possibile i movimenti delle parti del corpo. L’abbigliamento deve aderire più strettamente possibile al corpo, senza impedire i movimenti. Un costume comprende almeno un body e un paio di calze. Si preferisce generalmente colori chiari per le calze perché mettono in evidenza i muscoli, mentre un colore scuro li nasconde.

Il costume ha anche una funzione psicologica per gli allievi: dà loro un senso di appartenenza ad un gruppo che li aiuta a continuare nello studio. Vestire tutta la classe con costumi uguali serve per non distrarre sia l’insegnante che l’allievo con costumi vari e sgargianti, tavolta di dubbio gusto. La divisa serve inoltre ad evitare che un bambino si senta inferiore agli altri solo perché non ha il costume all’ultima moda o firmato, come accade invece per gli zaini di scuola. Per questo motivo anche gli accessori sono previsti nella divisa del corso.

Le scarpe da danza sono generalmente richieste in tutti i corsi di danza. Sono scarpe specifiche per ballare evolute in oltre due secoli di esperienza, dalla fine del settecento quando furono abbandonate le scarpe con il tacco nei balletti. Però nei vari stili di danza considerati nei corsi base si può richiedere all’allievo di ballare scalzo o con le scarpe col tacco.

A volte altri capi di abbigliamento servono nella lezione di danza. Per le ragazze la gonna è usata frequentemente. Per le bambine più piccole può servire per imparare a controllare le braccia: il fatto di tenere un gonna con le mani favorisce la sensazione della posizione delle braccia che altrimenti si “dimenticano”. Nelle danze di carattere, etniche e folcloristiche i movimenti della gonna fanno spesso parte integrante dei passi di danza.

Tornare alle domande



Perché non si usa la maglia sotto il body?

Il body serve per vedere la posizione del corpo e dei muscoli, quindi la maglia è controproducente per il lavoro dell’insegnante.

Quando si arriva a lezione il corpo è freddo, ma con il movimento si riscalda. Se abbiamo una maglia sotto il body non possiamo toglierla quando ci fa caldo, e sudiamo eccessivamente. In seguito, se ci muoviamo meno, si sta lì fermi, bagnati e infreddoliti. Se mettiamo la maglia sopra al body la possiamo togliere appena ci fa caldo e rimettere una maglia calda e asciutta addosso se ci fa freddo in seguito

Tornare alle domande

Home page